Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cittadinanza per matrimonio

 

Cittadinanza per matrimonio

Dal 1 agosto 2015 le istanze di acquisto della cittadinanza italiana per matrimonio, unitamente alla relativa documentazione da produrre a corredo, dovranno essere inviate al Ministero dell’Interno esclusivamente in modalità telematica a cura degli interessati, tramite il portale ALI.

Si avvisa l’utenza che il Portale è esclusivamente in italiano. Questa Cancelleria Consolare non potrà fornire traduzioni, né assistenza nella compilazione della domanda online.


VEDI: ISTRUZIONI PROCEDURA OPERATIVA

Le istanze inserite nel Portale ALI dagli utenti saranno visualizzate da questa Cancelleria Consolare competente per territorio e una volta prese in carico potranno essere accettate; accettate con riserva; rifiutate.

L’utente riceverà sia sul proprio indirizzo di posta elettronica che sul profilo utente creato nel portale ALI una comunicazione facente stato dell'accettazione o del rifiuto della domanda.
Nel caso in cui la domanda venga accettata con riserva, nella comunicazione inviata sarà indicato il documento da reinviare con specificazione delle motivazioni per le quali il nuovo invio viene richiesto. Il nuovo invio dovrà essere effettuato dal richiedente sempre attraverso il portale ALI e non consentirà di modificare i dati già inseriti. Qualora il documento reinviato dal richiedente non venga ritenuto idoneo, la Rappresentanza richiederà all’utente di provvedere a un nuovo inoltro.

La data di invio del documento che completa la domanda sarà considerata quale data di "presentazione istanza" e pertanto il termine di 48 mesi per la conclusione del procedimento decorrerà dalla stessa.

Successivamente alla accettazione dell’istanza, il richiedente sarà convocato esclusivamente tramite il Portale presso questa Cancelleria Consolare per presentare la domanda cartacea e i documenti in originale che verranno acquisiti agli atti di ufficio. Oltre ai documenti originali già inseriti nella domanda online, gli interessati dovranno consegnare:

1. Estratto per riassunto dell'atto di matrimonio dai Registri di Matrimonio rilasciato dal Comune italiano presso il quale è stato iscritto o trascritto l'atto stesso, con l’indicazione esatta del numero, serie e anno di trascrizione
2. Dichiarazione del Comune austriaco che non esiste scioglimento o separazione fra coniugi (“Tisch und Bett”), tradotta da un traduttore giurato e legalizzata dalla Cancelleria Consolare (vedi elenco nella parte destra della pagina). In mancanza, è obbligatorio presentare il certificato di stato di famiglia rilasciato dal Comune austriaco attestante la comune residenza di tutti i componenti del nucleo familiare
3. Certificato di residenza del richiedente rilasciato dall’Ufficio dell’Anagrafe austriaca
4. Certificato di cittadinanza italiana e di stato di famiglia del coniuge che potranno essere emessi da questa Cancelleria Consolare. Il coniuge cittadino italiano deve essere registrato presso questa Anagrafe consolare ed iscritto all’AIRE
5. Passaporto originale in corso di validità del richiedente e del coniuge cittadino italiano e 1 fotocopia delle pagine con foto e firma
6. Originale ed una copia del permesso di soggiorno in corso di validità rilasciato dalle competenti autorità austriache


Successivamente alla presentazione della documentazione in originale presso la Cancelleria Consolare, la pratica sarà di esclusiva competenza del Ministero dell’Interno.

L’interessato potrà verificare personalmente lo stato della pratica inserendo nel sito del Ministero dell’Interno il numero di pratica e le informazioni richieste dal sistema.

A conclusione dell'iter, in caso di accoglimento dell’istanza, il Decreto di conferimento della cittadinanza sarà notificato al richiedente da questa Cancelleria Consolare. Unitamente alla notifica, verranno comunicate le istruzioni e la documentazione da produrre per effettuare il giuramento. Si consiglia pertanto di comunicare sempre eventuali cambi di indirizzo e/o di Paese di residenza.


NOTA BENE. Il termine per la definizione dei procedimenti amministrativi ex art.5 della Legge n.91 del 5 febbraio 1992 è di 48 mesi dalla data della domanda.
Le istanze di riconoscimento della cittadinanza per matrimonio possono essere rigettate dal Ministero dell'Interno anche se sono trascorsi due anni dalla presentazione dell'istanza.


Se l'istruttoria si conclude con esito favorevole, il decreto di concessione della cittadinanza italiana viene notificato all'interessato dalla Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Vienna. Lo straniero, entro 6 mesi dalla notifica del provvedimento, deve prendere un appuntamento con l’Ufficio Cittadinanza esclusivamente via e-mail all’indirizzo vienna.cittadinanza@esteri.it per prestare giuramento presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Vienna ed acquista la cittadinanza italiana dal giorno successivo al giuramento.

Al fine di consentire agli addetti dell'Ufficio di ottimizzare l'attività di gestione delle pratiche per il loro veloce avanzamento, si informa che potrebbero non essere fornite risposte a solleciti o richieste di informazioni sullo stato delle pratiche qualora l'istanza rientri ancora nei termini previsti dalla norma.

Si avvisa inoltre l’utenza che l'Ufficio Cittadinanza non fornisce assistenza nell’inserimento online delle pratiche sul portale ALI, né alcun tipo di assistenza tecnica riguardo la gestione delle pratiche inserite online. In caso di problemi di natura tecnica (per es. impossibilità di accesso all'account, difficoltà di invio documentazione, errori e problematiche varie) l'unico referente risulta l'help desk del ministero dell'interno. La e-mail per contattare il servizio è la seguente: dlci.assistenza@interno.it


Contatti:

Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Vienna
Ungargasse 43 – 1030 Vienna
Ufficio Cittadinanza
vienna.cittadinanza@esteri.it


164